mercoledì 22 febbraio | 21:10
pubblicato il 04/lug/2013 10:11

Coldiretti: Marini, no Ogm e tutela cibo Made in Italy le priorita'

(ASCA)- Roma, 4 lug - ''Applicazione di una politica agricola comunitaria, che premi chi fa agricoltura vera e chi fa sicurezza; subito clausola di salvaguardia dagli Ogm; una legge a tutela del cibo Made in Italy''. Queste le priorita' degli agricoltori italiani indicate dal presidente della Coldiretti, Sergio Marini, prima dell'inizio dei lavori dell'Assemblea nazionale che riunisce oggi a Roma 15mila coltivatori da tutto il paese.

''Non vogliamo coltivare Ogm perche' perderemo le nostre distintivita', il nostro vero valore aggiunto, il vero grande patrimonio agricolo'' ha detto Marini, chiedendo anche una ''lotta serrata alla contraffazione''.

''Si faccia - ha inoltre affermato il presidente della Coldiretti - immediatamente una legge a tutela del Made in Italy che ha a che fare con la tutela del lavoro e si creda nell'Expo perche' e' lo strumento che ci permettera' di proiettare nel mondo la straordinaria Italia del cibo'', ha concluso Marini.

stt/cam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Mafia
Summit mafiosi per spartire racket, 14 arresti a Lamezia Terme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech