lunedì 20 febbraio | 14:34
pubblicato il 14/feb/2011 15:16

Cocaina, "Milano è in mano ai calabresi"

Le intercettazioni dei carabinieri in un'operazione anti droga

Cocaina, "Milano è in mano ai calabresi"

"Milano è in mano ai calabresi". E' questa la perentoria affermazione di un rappresentante di un cartello colombiano della droga a un broker interazionale di cocaina, intercettata dai carabinieri di Milano. I due stanno iniziando a trattare una partita di 5mila chili di cocaina, che portò il 18 febbraio 2009 i servizi segreti polacchi a sequestrare un carico di 1.130 chili su un cargo giunto dalla Colombia nell'aeroporto di Varsavia e che poi doveva giungere in Italia a bordo di un tir. I militari dell'Arma hanno arrestato per traffico internazionale di stupefacenti, 16 persone, tra cui Antonino Pavaglianiti e Domenico e Antonio Vottari, secondo gli investigatori, legati alle note famiglie dell'ndrangheta reggina originarie di San Lorenzo e di San Luca, e da anni residenti nel Milanese.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, taglio del nastro per Advanced Virgo
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia