domenica 11 dicembre | 13:31
pubblicato il 09/lug/2012 15:20

Clima/ Studio: Caldo ucciderà 150.000 americani entro fine secolo

Stilata lista città a rischio: 19.000 morti stimati a Louisville

Clima/ Studio: Caldo ucciderà 150.000 americani entro fine secolo

Roma, 9 lug. (askanews) - Più di 150.000 americani potrebbero morire entro al fine del secolo a causa del riscaldamento terrestre e i cambiamenti climatici. E' quanto emerge da uno studio del National Resources Defence Council, che ha avvertito sui rischi per le vite umane legati all'aumento delle temperature. L'inverno appena trascorso è stato uno dei più caldi degli ultimi anni a Washington, con temperature record nel mese di marzo. Un riscaldamento terrestre che, come più volte ribadito dagli esperti, avrà conseguenze devastanti su vegetazione e industria agricola. Ma secondo la ricerca del National Resources Defence Council, gli Stati Uniti potrebbero pagare anche un costo elevatissimo in termini di vite umane. E gli esperti hanno stilato una lista di città con il rischio più alto di vittime per il caldo. La situazione peggiore, secondo le previsioni potrebbe verificarsi a Louisville, nel Kentucky, con 19.000 vittime entro al fine del secolo. Preoccupanti anche le previsioni per Detroit e Cleveland, rispettivamente con 17.900 e 16.000 vittime stimate entro fine secolo.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Papa
Papa: prega per Aleppo. Guerra cumulo soprusi e falsità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina