giovedì 08 dicembre | 07:00
pubblicato il 05/mar/2013 12:00

Città Scienza/ Su rogo indaga anche Dda Napoli

Nessuna pista privilegiata, ma non si esclude mano camorra

Città Scienza/ Su rogo indaga anche Dda Napoli

Napoli, 5 mar. (askanews) - Ci saranno anche i magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Napoli ad indagare sul rogo che, nella serata di ieri, ha totalmente distrutto quattro capannoni su sei della città della Scienza di Bagnoli. Il coinvolgimento dei pm della Dda non fa escludere, dunque, l'ipotesi dolosa delle fiamme ipotizzando anche un possibile coinvolgimento della criminalità organizzata dell'area flegrea. Maggiore chiarezza su quanto avvenuto, e se il fuoco sia stato o meno appiccato in modo doloso, sarà fatta anche dalle analisi approfondite che, in queste ore, sono state compiute dai poliziotti specializzati. Al momento non esiste alcuna ipotesi privilegiata e non vi sono elementi certi per stabilire che l'incendio sia stato appiccato in modo voluto.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni