lunedì 27 febbraio | 08:24
pubblicato il 05/mar/2013 12:00

Città Scienza/ Su rogo indaga anche Dda Napoli

Nessuna pista privilegiata, ma non si esclude mano camorra

Città Scienza/ Su rogo indaga anche Dda Napoli

Napoli, 5 mar. (askanews) - Ci saranno anche i magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Napoli ad indagare sul rogo che, nella serata di ieri, ha totalmente distrutto quattro capannoni su sei della città della Scienza di Bagnoli. Il coinvolgimento dei pm della Dda non fa escludere, dunque, l'ipotesi dolosa delle fiamme ipotizzando anche un possibile coinvolgimento della criminalità organizzata dell'area flegrea. Maggiore chiarezza su quanto avvenuto, e se il fuoco sia stato o meno appiccato in modo doloso, sarà fatta anche dalle analisi approfondite che, in queste ore, sono state compiute dai poliziotti specializzati. Al momento non esiste alcuna ipotesi privilegiata e non vi sono elementi certi per stabilire che l'incendio sia stato appiccato in modo voluto.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech