mercoledì 18 gennaio | 13:27
pubblicato il 01/ago/2012 11:02

Cinecittà/ Abete:Vogliamo un'azienda competitiva evitando esuberi

"Nessuna speculazione e nessuna minaccia di licenziamenti"

Cinecittà/ Abete:Vogliamo un'azienda competitiva evitando esuberi

Roma, 1 ago. (askanews) - Per il futuro sviluppo di Cinecittà "non c'è nessun rischio speculazione e noi non minacciamo niente, soprattutto nessun licenziamento: il sindacato deve decidere se accetta la nostra sfida per evitare il rischio di aprire una mobilità o preferisce una classica trattativa occupazionale. Abbiamo fatto una proposta per evitare gli esuberi: se alla fine contro la nostra volontà ce ne saranno, non sarà responsabilità dell'azienda. Quello che certo non possiamo avere è un'azienda ferma, che non attrae produzioni internazionali e che, di conseguenza, ha dei risultati economici negativi". Così il presidente di Cinecittà Studios, Luigi Abete, stamattina lasciando la Commissione Istruzione e Beni culturali del Senato, dove è stato ascoltato sulle prospettive dell'azienda. "E' stato un confronto utile, abbiamo dato delle informative puntuali per avere un quadro complessivo e non parziale del tema: abbiamo ribadito - ha spiegato Abete - che siamo disponibili ad un ampliamento di Cinecittà sui terreni inutilizzati, perchè è essenziale per attrarre le produzioni internazionali, e che ci siamo assunti l'onere di farlo perchè lo Stato non ne aveva la possibilità. Ma se vuole farlo lo Stato va bene lo stesso: basta che si faccia. Non si puo' pero' dire che la parte preesistente, meno attrattiva per le produzioni internazionali, ce la tieniamo in carico noi e continuiamo a pagarci 2 milioni e 7 di affitto". "Questo è un servizio che facciamo allo Stato - ha continuato il presidente di Cinecittà Studios - anche perchè il bene è costruito su terreni di proprietà pubblica ed è quindi difficile immaginare un'attività speculativa. Ma dato che c'è qualcuno che non capisce abbiamo detto che va bene anche che lo faccia lo Stato: il nostro interesse non è essere i costruttori, ma che Cinecittà sia competitiva". (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Maltempo
Protezione civile, ancora allerta per nevicate e forti venti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Ricerca, piccole balene cibo preferito da squalo estinto Megalodon
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa