giovedì 23 febbraio | 01:51
pubblicato il 21/mag/2011 11:26

Chirurgia estetica, il lato b di Pippa Middleton come modello

L'esperto: tecniche di liposuzione sempre più innovative e sicure

Chirurgia estetica, il lato b di Pippa Middleton come modello

Roma, 21 mag. (askanews) - Aumentano gli interventi per un fondoschiena scultoreo, da sfoggiare in spiaggia o in città. E anche in Italia, come nel Regno Unito, il modello che va per la maggiore in questo periodo è quello di Pippa Middleton, sorella 27enne di Kate, che al matrimonio della neoduchessa di Cambridge ha sfoggiato il suo perfetto lato B. "Ma attenzione, la chirurgia non fa miracoli e bisogna essere consapevoli del fatto che per raggiungere determinati risultati sono necessari più fattori". A mettere in guardia è Ezio Maria Nicodemi, docente all'Università di Tor Vergata di Roma e dirigente e chirurgo plastico all'Istituto dermopatico dell'Immacolata (Idi) di Roma, che ha messo a punto una nuova tecnica 'sciogli grasso' poco invasiva e sicura per la salute. "Le richieste per questo tipo di intervento sono in costante aumento - spiega Nicodemi - e sempre più spesso a dettare le mode sono personaggi del cinema, della musica o, come in questo caso, della 'casa reale'. Ma non bisogna pensare che sia tutto semplice e nemmeno che la chirurgia estetica possa risolvere ogni problema. Una corretta alimentazione, infatti, insieme a una costante attività fisica ci aiutano a mantenerci in forma e soprattutto a stare in salute. Se questo non basta, ci si può rivolgere a un chirurgo, il quale valuterà se è il caso di intervenire e in che modo". E una delle ultime novità nel campo della chirurgia estetica è la liposuzione laser assistita. "Si tratta di una tecnica innovativa - spiega ancora Nicodemi - perché poco invasiva: le cannule che si utilizzano, infatti, sono piccolissime; è sicura per la salute e specifica nel rimuovere l'accumulo di grasso, che viene sciolto con il laser e successivamente aspirato con micro-cannule. Effetto innovativo di questa tecnica, inoltre, è quello di 'incollamento cutaneo', perché l'azione termica del raggio laser promuove la stimolazione del collagene, favorendo così il ricompattarsi dell'eccesso di pannicolo cutaneo che si è venuto a formare", conclude. Insomma, quando serve sì alla chirurgia, ma dopo l'intervento è molto importante seguire una corretta alimentazione e fare un po' di sport per migliorare il risultato ottenuto.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Mafia
Summit mafiosi per spartire racket, 14 arresti a Lamezia Terme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech