sabato 03 dicembre | 23:08
pubblicato il 21/mag/2011 11:26

Chirurgia estetica, il lato b di Pippa Middleton come modello

L'esperto: tecniche di liposuzione sempre più innovative e sicure

Chirurgia estetica, il lato b di Pippa Middleton come modello

Roma, 21 mag. (askanews) - Aumentano gli interventi per un fondoschiena scultoreo, da sfoggiare in spiaggia o in città. E anche in Italia, come nel Regno Unito, il modello che va per la maggiore in questo periodo è quello di Pippa Middleton, sorella 27enne di Kate, che al matrimonio della neoduchessa di Cambridge ha sfoggiato il suo perfetto lato B. "Ma attenzione, la chirurgia non fa miracoli e bisogna essere consapevoli del fatto che per raggiungere determinati risultati sono necessari più fattori". A mettere in guardia è Ezio Maria Nicodemi, docente all'Università di Tor Vergata di Roma e dirigente e chirurgo plastico all'Istituto dermopatico dell'Immacolata (Idi) di Roma, che ha messo a punto una nuova tecnica 'sciogli grasso' poco invasiva e sicura per la salute. "Le richieste per questo tipo di intervento sono in costante aumento - spiega Nicodemi - e sempre più spesso a dettare le mode sono personaggi del cinema, della musica o, come in questo caso, della 'casa reale'. Ma non bisogna pensare che sia tutto semplice e nemmeno che la chirurgia estetica possa risolvere ogni problema. Una corretta alimentazione, infatti, insieme a una costante attività fisica ci aiutano a mantenerci in forma e soprattutto a stare in salute. Se questo non basta, ci si può rivolgere a un chirurgo, il quale valuterà se è il caso di intervenire e in che modo". E una delle ultime novità nel campo della chirurgia estetica è la liposuzione laser assistita. "Si tratta di una tecnica innovativa - spiega ancora Nicodemi - perché poco invasiva: le cannule che si utilizzano, infatti, sono piccolissime; è sicura per la salute e specifica nel rimuovere l'accumulo di grasso, che viene sciolto con il laser e successivamente aspirato con micro-cannule. Effetto innovativo di questa tecnica, inoltre, è quello di 'incollamento cutaneo', perché l'azione termica del raggio laser promuove la stimolazione del collagene, favorendo così il ricompattarsi dell'eccesso di pannicolo cutaneo che si è venuto a formare", conclude. Insomma, quando serve sì alla chirurgia, ma dopo l'intervento è molto importante seguire una corretta alimentazione e fare un po' di sport per migliorare il risultato ottenuto.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari