sabato 21 gennaio | 16:55
pubblicato il 01/ago/2013 13:46

Chiesa: pronipote Roncalli, onore papa non e' far arricchire parenti

Chiesa: pronipote Roncalli, onore papa non e' far arricchire parenti

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 1 ago - ''L'onore di un Papa non e' di far arricchire i suoi parenti. Questo e' e sara' uno dei titoli di onore piu' belli e piu' apprezzati di papa Giovanni, e della sua famiglia Roncalli. Alla mia morte non mi manchera' l'elogio che fece tanto onore alla santita' di Pio X: nato povero e morto povero''. Lo disse papa Roncalli al fratello Zaverio. Episodio raccontato dal pronipote di Giovanni XXIII, Marco Roncalli, giornalista, storico e scrittore, in un'intervista al settimanale 'A Sua Immagine'.

''Alla famiglia Giovanni XXIII - spiega il pronipote - si senti' davvero debitore. Manifesto' riconoscenza innanzitutto ai suoi genitori, Giovanni Battista Roncalli e Marianna Mazzola''. Marco Roncalli all'epoca dell'elezione pontificia di Giovanni XXII, non era ancora nato, ma ha poi ricostruito quelle ore nel suo libro 'Giovanni XXIII: Angelo Giuseppe Roncalli: una vita nella storia'. Ha imparato a conoscere in famiglia il racconto di una vita straordinaria, ma soprattutto vi ha dedicato oltre vent'anni di studi alla scuola dell'arcivescovo Loris Francesco Capovilla, segretario particolare del pontefice, oggi ultranovantenne. Ma papa Giovanni, sottolinea il pronipote, ''aveva tutta la consapevolezza di appartenere ormai, non piu' alla famiglia 'secundum sanguinem', ma a tutto il mondo, pur restando per lui i legami familiari qualcosa di fortissimo.

Basta pensare a quella confidenza, il giorno d'inizio del Pontificato, quando disse che la sedia gestatoria gli aveva fatto ricordare quelle volte in cui suo padre se l'era messo a cavalcioni sulle spalle per permettergli di vedere in mezzo a sagre paesane''. ''A differenza del suo predecessore, Pio XII, Eugenio Pacelli, che veniva da una famiglia nobile, - sottolinea il pronipote - i parenti di Papa Giovanni sono dei mezzadri. Una famiglia modesta, se non povera, e che certo non ha modificato il suo status sociale grazie all'elezione del congiunto. Forse sono l'unico ad aver 'approfittato' di questa parentela, ma come studioso mi sono mosso sul piano della ricerca storiografica, che e' un lavoro piuttosto impegnativo''.

dab/red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Rigopiano, Vigili fuoco: trovati 10 superstiti, 5 già ricoverati
Incidenti stradali
Pullman ungherese si schianta e prende fuoco in A4, 16 morti
Maltempo
Maltempo, vigili fuoco: in contatto con una donna e due bambini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4