lunedì 20 febbraio | 19:55
pubblicato il 03/gen/2014 17:03

Chiesa: mons. Galantino (Cei), no a sacerdoti faccendieri

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 3 gen 2014 - ''Avere sempre piu' persone consacrate, sacerdoti che non siano faccendieri e professionisti della pastorale vocazionale, ma gente che, proprio perche' crede in Gesu' Cristo e sente la passione forte per Lui, sia capace di spendersi in maniera credibile per gli altri''. E' l'auspicio di monsignor Nunzio Galantino, segretario generale ad interim della Conferenza episcopale italiana, nel suo primo intervento pubblico dopo la nomina da parte di papa Francesco. Mons. Galantino, riferisce il Sir, ha rivolto un saluto ai partecipanti al convegno nazionale promosso dall'Ufficio Cei per la pastorale delle vocazioni e in corso a Roma. ''Abbiamo un brutto potere noi: con il cattivo esempio, la mancanza di passione o di lealta', possiamo anche sterilizzare la preghiera. E qui l'augurio che faccio a tutti quanti noi - ha aggiunto il vescovo di Cassano all'Jonio -, e' quello di sentirci spinti, sulla linea di quanto Papa Francesco ci sta dicendo, a rendere testimonianza con gioia di quello che viviamo dentro di noi''. dab/MAU

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia