sabato 03 dicembre | 06:20
pubblicato il 10/gen/2014 13:16

Chiesa: beatificazione padre Matteo Ricci, chiuso processo diocesano

Chiesa: beatificazione padre Matteo Ricci, chiuso processo diocesano

(ASCA) - Roma, 10 gen 2014 - Consegnati questa mattina alla Congregazione delle cause dei santi i faldoni con le carte del processo diocesano di beatificazione di Matteo Ricci, il gesuita apostolo della Cina. Si chiude cosi' il processo diocesano nella diocesi Macerata. Ora la decisione passa alla Santa Sede. Lo ha annunciato mons. Claudio Giuliodori, amministratore apostolico di Macerata e assistente ecclesiastico dell' Universita' Cattolica, alla presentazione di un volume su Armida Barelli, curato dall'Editrice Ave e dalla Libreria Editrice Vaticana. Armida Barelli, fondatrice della Gioventu' femminile di Azione Cattolica e dell'Universita' cattolica insieme a padre Gemelli, contribui' a iniziare in Cina nel 1923 l' Istituto delle Terziarie francescane del Sacro Cuore a Xian ancora oggi presente in Cina con numerose suore e opere sociali soprattutto a favore degli anziani. col/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari