lunedì 05 dicembre | 01:29
pubblicato il 17/nov/2014 18:57

Chiamparino (Regioni): maltempo, nessuno può chiamarsi fuori

Istituzioni sono chiamate ad affrontare insieme i problemi

Chiamparino (Regioni): maltempo, nessuno può chiamarsi fuori

Roma, 17 nov. (askanews) - "Il fatto che il patto di stabilità non rappresenti un problema rispetto alle spese che i comuni colpiti dovranno sostenere per affrontare l'emergenza causata dal maltempo e l'impegno del Governo per la predisposizione di un Piano nazionale sul rischio idrogeologico sono due notizie positive", lo ha dichiarato Sergio Chiamparino, presidente della Conferenza delle Regioni.

"C'è però un tema più ampio - ha aggiunto Chiamparino - che è quello di tenere fuori dal patto di stabilità tutti gli investimenti che devono essere fatti nel Paese per fare prevenzione. Dobbiamo uscire dalla logica dell'emergenza e dalle facili polemiche. I cittadini non apprezzano i rimpalli di responsabilità: oggi le istituzioni sono chiamate ad affrontare insieme i problemi e nessuno può chiamarsi fuori".

"Ascolteremo le prime proposte operative del governo - ha concluso Chiamparino - ma questo argomento non deve restare legato alla contingenza, serve insomma un piano complessivo contro il dissesto idrogeologico dove siano chiari i contributi, le funzioni e le risorse di ciascun livello di governo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari