domenica 11 dicembre | 03:29
pubblicato il 05/gen/2013 12:07

Cermis: Provincia Trento, violate norme sicureza

Cermis: Provincia Trento, violate norme sicureza

(ASCA) - Trento, 5 gen- ''E' stata violata qualsiasi norma di sicurezza''. Cosi' le autorita' provinciali e comunali sui 6 morti del Cermis, dove e' stata aperta anche un'inchiesta per omicidio colposo.

Cordoglio unanime per una tragedia che ha spezzato sei vite e decisa sottolineatura delle circostanze di imprudenza e violazione delle piu' elementari norme di sicurezza nelle quali la tragedia stessa e' maturata: cosi' le istituzioni trentine - Provincia autonoma di Trento e Comune di Cavalese - all'indomani dell'incidente che, sul Cermis, registra il triste bilancio di sei morti e due feriti. A fare il punto della situazione - dopo la notte passata fianco a fianco dei soccorritori - dapprima in una riunione operativa e successivamente in una conferenza stampa presso il Comune di Cavalese, il presidente della Provincia autonoma di Trento, Alberto Pacher, gli assessori Mauro Gilmozzi e Tiziano Mellarini, il sindaco Silvano Welponer, il dirigente della protezione civile, Roberto Bertoldi, i responsabili del Comitato promotore della Coppa del mondo e della Societa' Impianti a fune Alpe Cermis, Piero Degodenz e Giulio Misconel. ''Siamo scossi da quanto accaduto - ha ribadito il presidente Pacher - e tutta la comunita' trentina si stringe attorno ai familiari, ai parenti e agli amici delle vittime.

Si tratta di un momento di dolore che ci vede uniti e che ha visto, va sottolineato, una immediata mobilitazione di tutto l'apparato della nostra protezione civile al quale va, ancora una volta, la nostra riconoscenza''.

''Altresi' va pero' aggiunto - sottolineano concordi il presidente Pacher, gli assessori Gilmozzi e Mellarini, il sindaco Welponer, Degodenz e Misconel - che questo tragica circostanza si e' verificata in un territorio che della sicurezza e della responsabilita' ha fatto, da tempo, l'architrave delle sue politiche ambientali e turistiche. I primi importanti rilievi sulla dinamica dell'incidente ci permettono infatti di affermare, in attesa ovviamente della conclusione dell'inchiesta giudiziaria, che quanto e' avvenuto sembra essere nato in una situazione di violazione di qualsiasi norma di sicurezza e buon senso''.

E' infatti risaputo che la norma provinciale prevede la presenza di mezzi meccanici sulle piste di sci solo per motivi di sicurezza o soccorso o per motivi strettamente di servizio. E' questo non e' certamente il caso di quanto avvenuto nella notte tra venerdi' e sabato, lungo la pista del Cermis, dove il mezzo trainato dalla motoslitta non era addirittura idoneo al trasporto di persone, oltre che a non avere ovviamente alcuna autorizzazione, che in nessun caso e' mai stata concessa sulle piste trentine. ''La nostra vicinanza al dolore si accompagna - ha aggiunto il presidente Pacher - alla condivisione delle scelte di sobrieta', in segno di lutto, fatta dal Comitato organizzatore della Coppa del mondo che ha deciso di bandire qualsiasi momento di festa e di musica''. Infine, va ricordata l'immediata mobilitazione della protezione civile trentina, oltre che delle forze dell'ordine. Sul posto, ieri sera, quattro equipaggi di Trentino emergenza ed enti convenzionati, 35 vigili del fuoco volontari di Cavalese e di altri corpi dell'Unione distrettuale di Fiemme, 23 persone del Corpo Soccorso Alpino e speleologico, il personale della Societa' Impianti a Fune Alpe Cermis, tre esperti dell'Associazione Psicologi per i popoli.

fdm/uda

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina