domenica 11 dicembre | 11:09
pubblicato il 06/dic/2013 10:02

Censis: italiani gelosi della privacy. Ma solo 40,8% la tutela on-line

Censis: italiani gelosi della privacy. Ma solo 40,8% la tutela on-line

(ASCA) - Roma, 6 dic - Gli italiani sono sempre piu' dipendenti da internet per barcamenarsi nella vita quotidiana, ma pur avendo una percezione molto elevata dei rischi che si corrono in materia di privacy, nei fatti solo il 40,8% degli utenti adotta le precauzioni minime a difesa della propria riservatezza.

E' quanto rileva il Censis nel suo ''Rapporto sulla situazione sociale nel paese - 2013'', presentato oggi a Roma.

A fronte del 96% degli italiani che dichiara di considerare inviolabile il diritto alla privacy, bel il 36,7% non ricorre ad alcuno strumento di tutela mentre naviga in internet e il 22,5% si limita a forme passive di autotutela, che implicano una considerevole autolimitazione, come ad esempio non tornare sui siti web considerati sospetti, non scaricare app, cancellarsi da mailing list.

A questo proposito, soltanto il 7,5% degli utenti di internet italiani ritiene la legislazione vigente in materia di privacy soddisfacente, mentre e' pari al 54% la quota di chi giudica necessaria una normativa piu' severa.

red-stt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina