giovedì 23 febbraio | 02:17
pubblicato il 18/mag/2011 17:57

Cemento depotenziato per opere pubbliche, 8 indagati a Vibo

Sequestrata rete viaria incompiuta costata 3 milioni di euro

Cemento depotenziato per opere pubbliche, 8 indagati a Vibo

La guardia di finanza di Vibo Valentia ha sequestrato un muro di contenimento che sarebbe dovuto servire a proteggere dalle frane una strada nella zona Cancello Rosso, ma che è stato realizzato con cemento depotenziato. Il procuratore della Repubblica di Vibo Valentia Mario Spagnuolo spiega i dettagli dell'operazione.La Procura ha iscritto sul registro degli indagati i nomi di otto persone, tra cui due funzionari della Regione Calabria come spiega il comandante provinciale della Guardia di Finanza di Vibo Giuseppe Licari. L'opera nonostante la spesa di 3 milioni di euro, risulta incompiuta e soggetta a rischiosi cedimenti strutturali.

Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Mafia
Summit mafiosi per spartire racket, 14 arresti a Lamezia Terme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech