domenica 26 febbraio | 09:24
pubblicato il 26/feb/2015 16:40

Cda straordinario di Rai Way, Renzi: il 51% non si tocca

Approvata riorganizzazione news, obiettivo una redazione unica

Cda straordinario di Rai Way, Renzi: il 51% non si tocca

Milano (askanews) - "Il governo ha messo delle regole su Rai Way che non intende modificare", così il premier Matteo Renzi ha ribadito che il 51% di Rai Way "non si tocca" e resta pubblico, nel giorno del cda straordinario convocato nella sede milanese in corso Sempione. Una riunione in cui non verrà deliberato nulla a proposito dell'offerta pubblica di acquisto e scambio da parte di Ei Towers, ha dichiarato il presidente di Rai Way Camillo Rossotto: "Si tratta di una normale informativa che faremo ai consiglieri".

Intanto il Cda ha approvato una riorganizzazione delle news secondo il piano elaborato dal direttore generale dell'azienda di viale Mazzini, Luigi Gubitosi, che ha l'obiettivo di dividere prima le testate in due gruppi e poi di arrivare ad una redazione unica. La Rai risparmierà così 70 milioni l'anno, a 3 anni dall'implementazione del piano.

Gli articoli più letti
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech