lunedì 27 febbraio | 18:02
pubblicato il 23/nov/2013 16:38

Cattolici: i democristiani della Base e la Lombardia

Cattolici: i democristiani della Base e la Lombardia

(ASCA) - Roma, 23 nov -Pur se nata a Belgirate, sulla riva novarese del lago Maggiore, l'esperienza della Base, componente importante dell'esperienza della Democrazia Cristiana, ha sempre avuto in Milano la sua capitale ed in Lombardia il suo punto di forza, integrato successivamente dall'altro caposaldo in Campania sotto la guida di Ciriaco De Mita, il leader che avrebbe conquistato prima la segreteria del partito e poi la guida del governo del Paese.

Un volume pubblicato da Studium , ne approfondisce la storia e l'eredita', in riferimento proprio alla regione lombarda, proponendo anche alcune testimonianze di protagonisti, a partire da Piero Bassetti, Giuseppe Guzzetti, Virginio Rognoni, Bruno Tabacci., ai quali si aggiungono piu' giovani come Enrico Farinone e Patrizia Toia.

Sotto la guida di Maria Chiara Mattesini, autrice nella stessa collana del volume '''la Base. Un laboratorio di idee per la Democrazia Cristiana'', l'odierno volume '''La Base in Lombardia. Storia, testimonianze, eredita''', riferisce di quell'alacre laboratorio che fu l'esperienza della sinistra di Base attraverso personalita' come Giovanni Marcora e Luigi Granelli che avrebbero poi assolto ruoli di rilevante responsabilita' al governo del Paese e del partito maggioritario.

All'indomani della crisi del partito degasperiano, del ritiro dalla politica del gruppo dirigente dossettiano, La Base viene a colmare un vuoto di idee e di iniziativa, spinta dal Vento del Nord della Resistenza, esperienza alla quale molti dei fondatori avevano partecipato con ruoli significativi.

Il volume, a cura di Gianni Borsa e Gianni Mainini, da' conto dell'esperienza del popolo di dirigenti e di amministratori locali di ispirazione basista che animarono per decenni la vita politica e civile della Lombardia con l'affermazione di non scontati valori di laicita' nello sviluppo dello Stato democratico e l'apertura di dialogo senza pregiudiziali a sinistra, a partire dalla giunta al Comune di Milano con il partito socialista.

Un'appendice di documenti riproduce testi noti come la relazione fondativa del movimento a Belgirate, nel 1953, a meno noti come la lettera alla Discussione del sen. Aristide Marchetti nel 1990.

red/sat

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Terremoti
Sisma Centro Italia, Errani: grandissimo rischio spopolamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech