sabato 03 dicembre | 10:43
pubblicato il 16/set/2011 12:12

Catanzaro, dipendenti Lirosi: condizioni lavoro inspopportabili

Dito puntato contro i tagli dei fondi fatti da Scopelliti

Catanzaro, dipendenti Lirosi: condizioni lavoro inspopportabili

La rabbia e l'esasperazione tra i lavoratori della Lirosi, azienda di trasporto pubblico calabrese, è massima: stipendi non pagati per il taglio dei fondi regionali e i licenziamenti in arrivo hanno fatto infiammare la protesta che nella notte tra il 15 e il 16 settembre è degenerata in scontri con la polizia. Pasquale Mungari, della Faisa-Cisal, ci spiega la situazione.Il presidente della Calabria è infatti il principale accusato di questa situazione come testimoniano le parole di questo operaio.A fermare i gesti estremi di questi lavoratori è intervenuta la polizia che dal canto sui rivendica di non aver mai caricato i manifestanti ma di averli solo respinti.

Gli articoli più letti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Sanità
Il 16 dicembre sciopero medici ospedalieri e dirigenti sanitari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari