venerdì 09 dicembre | 19:14
pubblicato il 19/feb/2015 13:50

Catania, Borsellino: Nicole si sarebbe potuta salvare

Dimissioni rientrate in attesa delle inchieste

Catania, Borsellino: Nicole si sarebbe potuta salvare

Palermo (askanews) - "La piccola Nicole si sarebbe potuta salvare se fosse stata portata subito al Pronto Soccorso di un ospedale" che, per legge, "ha l'obbligo di accogliere un codice rosso" al di là della disponibilità di posti letto. L'amara considerazione è stata fatta dall'assessore regionale siciliano alla Salute Lucia Borsellino, che intervenendo all'Ars, ha riferito in merito alla neonata morta in ambulanza mentre da Catania veniva trasportata all'ospedale di Ragusa a causa della mancanza di posti letto nei reparti di terapia intensiva neonatale di tre strutture sanitarie.

Nei giorni scorsi Borsellino, nella prospettiva di un commissariamento da parte del governo di Roma, al momento scongiurato, aveva manifestato la propria volontà di presentare le dimissioni, ma come ha spiegato il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta, la decisione è rientrata in attesa che le Procure di Catania e Ragusa facciano luce sulle cause della morte della neonata.

Gli articoli più letti
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Galà di solidarietà per Amatrice a Villa Glori
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina