lunedì 05 dicembre | 13:37
pubblicato il 21/giu/2013 13:22

Caso Ruby: Procura Milano avvia inchiesta su nuovo testimone

(ASCA) - Milano, 21 giu - La Procura di Milano ha aperto un'inchiesta sulle dichiarazioni fatte mettere a verbale da Manuel Giovine contro Imane Fadil, parte civile nel processo Ruby bis a carico di Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti.

La circostanza e' stata riferita in aula dal pm Antonio Sangermano. Il fascicolo arrivato a Roma dal procuratore aggiunto, Ilda Boccassini, e' stato poi trasmesso al procuratore capo di Milano, Edmondo Bruti Liberati. Sulla vicenda - ha detto ancora il magistrato in aula - la Procura ha aperto un'inchiesta a modello 45, vale a dire senza indagati ne' ipotesi di reato. Il pm Sangermano ha tuttavia chiarito di nutrire forti dubbi sulla veridicita' delle dichiarazioni di Pavel, nato in Polonia ma con cittadinanza italiana, davanti alla pg di Roma: ''Non ho elementi specifici per ritenere che questo signore sia stato manipolato da terzi. Rilevo solo che il 21 maggio scorso si e' svegliato e all'improvvso ha reso dichiarazioni fumose, generali, del tutto inconcludenti e oltretutto realtive a fatti del 2006 che non possono avere nessuna rilevanza con questo processo''.

fcz/red/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari