lunedì 05 dicembre | 04:23
pubblicato il 14/gen/2014 14:03

Caso Ruby: legali, sistema prostitutivo Arcore fantasia dell'accusa

(ASCA) - Milano, 14 gen 2014 - Ad Arcore non c'e' mai stato nessun ''sistema prostitutivo''. Ne sono convinti gli avvocati di Silvio Berlusconi, Niccolo' Ghedini e Piero Longo, che lo evidenziano nel ricorso in appello contro la sentenza di primo grado del cosiddetto Caso Ruby, costata all'ex premier una condanna pari a 7 anni. Nel provvedimento i due legali parlano di ''inesistente sistema prostitutivo'', e lo definiscono ''fantasiosa creazione dell'accusa''. Dito puntato anche sulla presunta ''capacita' a delinquere'' che secondo i giudici milanesi caratterizzerebbe l'operato di Berlusconi. ''Ancora una volta - scrivono Ghedini e Longo - il tribunale, inammissibilmente, trasforma in prova cio' che non lo e'''.

fcz/cam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari