giovedì 23 febbraio | 08:23
pubblicato il 04/apr/2013 11:18

Caso Ruby: giovane marocchina, nessuno vuole ascoltarmi

(ASCA) - Milano, 4 apr - ''Se questo e' il Palazzo di giustizia di Milano voglio che giustizia sia fatta veramente''. Cosi' Ruby-Karima, la giovane marocchina al centro dei processi milanesi sui presunti festini a sfondo sessuale di Arcore, si e' presentanta davanti l'ingresso principale del Palazzo di giustizia di Milano per chiedere di essere ascoltata dai giudici titolari dei due processi che portano il suo nome.

''Dopo aver sopportato tante cattiverie, sono qui a chiedere di essere sentita'', ha detto la giovane spiegando che dal suo punto di vista ''e' sconcertante e ingiusto che nessuno voglia ascoltarmi, soprattutto perche' secondo l'ipotesi accusatoria e secondo la ricostruzione dei pubblici ministeri sarei la vittima. Eppure - ha insistito - nessuno ha interesse ad ascoltare la mia versione dei fatti, l'unica verita' possibile''.

fcz/cam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech