giovedì 23 febbraio | 08:39
pubblicato il 03/giu/2013 15:43

Caso Ruby: Ghedini, indagini solo su Berlusconi per logica del sospetto

(ASCA) - Milano, 3 giu - La procura di Milano e' stata animata da una ''logica del sospetto'' nell'indagare a carico di Silvio Berlusconi nell'ambito del cosiddetto caso Ruby. Lo ha detto in aula Niccolo' Ghedini, uno dei difensori dell'ex premier, durante la sua requisitoria al processo Ruby. ''La procura - ha detto il legale - ha indagato solo su Silvio Berlusconi, seguendo con poco entusiasmo altre piste investigative''. Il riferimento di Ghedini e' relativo ai diversi uomini che, come emerso dalle indagini, potrebbero aver avuto rapporti sessuali a pagamento con Ruby quando quest'ultima era ancora minorenne senza, per questo, finire sotto indagine.

fcz/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech