domenica 11 dicembre | 15:31
pubblicato il 28/giu/2013 15:11

Caso Ruby: difesa Mora, colpevole? Al massimo favori' Berlusconi

(ASCA) - Milano, 28 giu - Lele Mora non puo' essere giudicato colpevole del reato di induzione e favoreggiamento della prostituzione minorile. Perche' al massimo l'ex talent scout dei vip si e' reso responsabile del reato di favoreggiamento nei confronti di Silvio Berlusconi nel tentativo di sottrarre l'ex premier dalle indagini sul sexgate di Arcore. Questo, in sintesi, il ragionamento dell'avvoccato Gianluca Maris, difensore di Mora al processo Ruby bis, che oggi ha pronunciato la sua arringa difensiva.

Il legale ha chiesto l'assoluzione del suo assistito e in subordine ha sollecitato la riqualificazione del reato contestato a Mora: da induzione della prostituzione minorile a favoreggiamento di Berlusconi. Perche' secondo l'avvocato Maris ''Mora non aveva nessun interesse a far prostituire Ruby. Voleva favorire Berlusconi e sottrarlo dalle indagini dei magistrati milanesi''. Insomma, per il legale ''l'eventuale condotta delittuosa di Mora e' da ascriversi al desiderio di assecondare Berlusconi''.

fcz/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Papa
Papa: prega per Aleppo. Guerra cumulo soprusi e falsità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina