domenica 04 dicembre | 07:22
pubblicato il 06/mar/2015 17:54

Caso Ragusa, non luogo a procedere per l'imputato Antonio Logli

Il marito della vittima prosciolto dall'accusa di omicidio

Caso Ragusa, non luogo a procedere per l'imputato Antonio Logli

Pisa (askanews) - Non luogo a procedere; svolta clamorosa nel caos dell'omicidio di Roberta Ragusa, il marito Antonio Logli, unico imputato per l'assassinio è stato prosciolto dal Gup di Pisa dall'accusa di omicidio volontario e distruzione di cadavere.

Il giudice dell'udienza preliminare ha respinto la richiesta della Procura, dichiarando il non luogo a procedere, dopo circa due ore di camera di consiglio.

Resta, dunque, avvolta nel mistero la morte di Roberta, scomparsa nel nulla a Gello di San Giuliano Terme, la notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012.

Poco prima dell'udienza, il sostituto procuratore di Pisa Antonio Giaconi aveva detto che il quadro indiziario nei confronti di Logli era consistente e la sua apparente serenità un segno della capacità di simulare.

Evidentemente, però, gli indizi a suo carico non hanno convinto il Gup che, contrariamente ad ogni aspettativa, ha pronunciato il non luogo a procedere.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari