domenica 26 febbraio | 03:03
pubblicato il 01/lug/2014 19:56

Caso Meredith, Sollecito: Amanda innocente, lei mi scagiona

Non sono il suo garante, rispondo di quello che ho vissuto io

Caso Meredith, Sollecito: Amanda innocente, lei mi scagiona

Milano, 1 lug. (askanews) - "Abbiamo sempre creduto e crediamo tutt'oggi nell'innocenza di Amanda Marie Knox" lo ha detto Raffaele Sollecito nel corso di una conferenza stampa per presentare ricorso in Cassazione dopo la condanna a 25 anni per il delitto di Meredith Kercher avvenuto a Perugia nel novembre 2007 anche se ha ammesso che nel racconto di Amanda ci sono alcune anomali.Sollecito, sottolineando di non fare alcuna ritrattazione rispetto alle sua versione dei fatti, ha precisato: "Non sono il garante di Amanda, posso rispondere di quello che ho vissuto io". "Lei stessa mi scagiona completamente"."Nel ricorso in Cassazione sosteniamo che sia Amanda Knox che Raffaele Sollecito sono innocenti. E per questo proponiamo un annullamento della sentenza" ha detto l'avvocato Giulia Bongiorno, ribadendo che nella stanza delitto non ci sono loro tracce.

Gli articoli più letti
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech