giovedì 08 dicembre | 01:24
pubblicato il 30/ott/2014 17:43

Caso Franceschi, parla la madre dopo la condanna del medico

"Condanna leggera, non farà neanche un giorno

Caso Franceschi, parla la madre dopo la condanna del medico

Firenze (askanews) - Il tribunale francese di Grasse ha riconosciuto colpevole il medico del carcere dov'è morto Daniele Franceschi il 25 agosto 2010, ma per Cira Antignano, un anno di interdizione dall'attività professionale ed un anno di prigione con sospensione della pena rappresentano una condanna irrisoria. "Mi sembra un po' leggerina, un anno, che poi non verrà neanche fatto un giorno".

Straziata da oltre quattro anni di iter giudiziario e di battaglia mediatica, Cira si sarebbe aspettata almeno delle scuse in aula. "Non si sono degnati neanche di guardarmi da lontano, a testa bassa". La vicenda per la donna non finisce qui: attende ancora gli organi trattenuti in Francia dopo l'autopsia, e a marzo ci sarà la causa civile per il risarcimento. E lancia un appello:

"Dico a tutte queste mamme che hanno figli nelle carceri che si arrendano, non si fermino, continuino a lottare. Non è giusto che questi ragazzi muoiano nelle carceri come se fossero delle bestioline".

Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni