lunedì 23 gennaio | 07:56
pubblicato il 25/ago/2011 19:24

Caso Franceschi, a un anno dalla morte madre si incatena a Parigi

L'estate scorsa la morte dell'italiano in un carcere francese

Caso Franceschi, a un anno dalla morte madre si incatena a Parigi

Milano, 25 ago. (askanews) - La speranza è l'ultima a morire ma dell'inchiesta "non si sa ancora niente" e le autorità italiane non si sono più fatte sentire. Con questo spirito, Cira Antignano si è recata a Parigi per chiedere giustizia in merito alla morte di suo figlio, Daniele Franceschi, il viareggino morto un anno fa a 36 anni nel carcere di Grasse, nel sud della Francia, in circostanze mai chiarite. La donna ha messo in piedi la sua protesta davanti all'Eliseo. La signora Antignano spera nell'intervento della première dame Carla Bruni come già aveva annunciato nel novembre 2010. L'impegno da parte delle autorità italiane è ormai ridotto al lumicino.

Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4