domenica 19 febbraio | 15:23
pubblicato il 25/ago/2011 19:24

Caso Franceschi, a un anno dalla morte madre si incatena a Parigi

L'estate scorsa la morte dell'italiano in un carcere francese

Caso Franceschi, a un anno dalla morte madre si incatena a Parigi

Milano, 25 ago. (askanews) - La speranza è l'ultima a morire ma dell'inchiesta "non si sa ancora niente" e le autorità italiane non si sono più fatte sentire. Con questo spirito, Cira Antignano si è recata a Parigi per chiedere giustizia in merito alla morte di suo figlio, Daniele Franceschi, il viareggino morto un anno fa a 36 anni nel carcere di Grasse, nel sud della Francia, in circostanze mai chiarite. La donna ha messo in piedi la sua protesta davanti all'Eliseo. La signora Antignano spera nell'intervento della première dame Carla Bruni come già aveva annunciato nel novembre 2010. L'impegno da parte delle autorità italiane è ormai ridotto al lumicino.

Gli articoli più letti
Campidoglio
Raggi: vogliamo stadio della Roma ma nel rispetto della legge
Immigrati
Guardia costiera: oggi 358 migranti salvati nel Mediterrano
Cinema
Napoli ricorda Totò a 50 anni da morte con show e set ricreati
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia