mercoledì 22 febbraio | 08:06
pubblicato il 27/feb/2011 17:09

Caserta, nuovo piano rifiuti: obiettivo differenziata al 50%

Presidente provincia Zinzi: fondamentale per uscire da crisi

Caserta, nuovo piano rifiuti: obiettivo differenziata al 50%

Un piano provinciale per portare la raccolta differenziata dei rifiuti al 50 per cento con un investimento di quasi 100 milioni di euro all'anno. E' questa la ricetta del presidente della provincia di Caserta, Domenico Zinzi per risolvere l'annosa questione dell'immondizia nel Casertano. Il progetto è il primo in Italia ad essere attuato sulla base delle nuove disposizioni di legge che trasferiscono alle amministrazioni locali la responsabilità della gestione dei rifiuti. "E' un passaggio fondamentale verso una gestione ordinaria del ciclo dei rifiuti - ha detto Zinzi - ci consentirà di uscire finalmente da una crisi che dura da troppi anni". L'obiettivo è raddoppiare l'attuale 25% della differenziata e attraverso il recupero e il riciclo dei rifiuti urbani ridurre l'utilizzo delle discariche: si stima che da 433mila tonnellate di rifiuti prodotti si potrà arrivare a differenziarne circa 284mila.

Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Taxi
Protesta taxi e ambulanti a Roma, bloccata via del Corso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia