domenica 11 dicembre | 11:32
pubblicato il 13/dic/2013 18:03

Caserta: congresso Acli Terra, agricoltura alimenta il futuro

Caserta: congresso Acli Terra, agricoltura alimenta il futuro

(ASCA) - Roma, 13 dic - ''L'agricoltura puo' trascinare la ripresa e favorire l'uscita dalla crisi perche' il comparto agro-alimentare assicura il 15-16% del pil italiano e puo' competere sui mercati con la qualita'''. E'questo il messaggio che Michele Zannini, presidente uscente di Acli Terra, ha lanciato da Caserta dove si concludea' domani il congresso dell'associazione rofessionale agricola che fa capo alle Acli e che rappresenta oltre 100mila societa' agricole in Italia, quasi 10mila nella sola Campania.

'La terra alimenta il futuro. Risorse e valori di un mondo rurale che cambia'' e' il titolo scelto per l'appuntamento casertano che vede la partecipazione, tra gli altri, del ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Nunzia De Girolamo, del componente della commissione Agricoltura della Camera dei Deputati Paolo Russo, di Sergio Silvestris componente commissione Agricoltura Parlamento europeo.

Interverra' con una meditazione l'Amministratore apostolico della curia di Caserta e vescovo di Aversa, mons. Angelo Spinillo.

''L'impegno in agricoltura oggi puo' essere una risorsa per i giovani. Secondo l'Eurostat - ha ricordato il presidente nazionale delle Acli Gianni Bottalico - solo il 5% delle aziende agricole italiane e' condotto da giovani under 35, mentre la stessa incidenza raggiunge ad esempio il 9% in Francia. Ma i dati ci dicono che le aziende condotte da giovani sono piu' produttive, sono piu' attente ai prodotti di qualita' e tipici, hanno piu' considerazione delle tematiche ambientali, diversificano con l'offerta di servizi come l'agriturismo e l'agricoltura sociale''.

Tutela del Made in Italy, investimenti agricoli per prevenire la cementificazione del suolo, un nuovo modello di welfare rurale. Questi i principali temi toccati dal presidente di Acli Terra che non ha mancato di soffermarsi sulla recente riforma della Politica agricola europea (Pac) la quale ''portera' risultati apprezzabili come l'aiuto ai giovani agricoltori e un taglio del 5% per le aziende che prendono piu' di 150mila euro l'anno. Tuttavia - ha evidenziato il presidente di Acli Terra - siamo preoccupati per la penalizzazione delle piccole aziende che rappresentano l'80% della produzione e ricevono, invece, aiuti per il 20% del totale''.

''Con questa recessione - continua Zannini - i consumi alimentari si sono ridotti ai livelli di 40 anni fa con conseguenze sul fatturato delle imprese agricole. L'Eurispes ha censito un milione di poveri in agricoltura, il 10% delle famiglie agricole si trova al di sotto della soglia assoluta di poverta' di 7.500 euro l'anno''.

All'appuntamento a Caserta e' prevista anche la presenza del presidente della regione Campania, Stefano Caldoro, ed altri rappresentanti delle istituzioni regionali. Infine, porteranno il loro contributo Roberto Monvalvo, presidente di Coldiretti, la vicepresidente nazionale della Cia, Cinzia Pagni e Simona Fabiani della Cgil nazionale.

com-stt/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina