domenica 04 dicembre | 23:36
pubblicato il 22/lug/2011 17:12

Caserta, centri commerciali per riciclare denaro dei casalesi

Sequestrati beni e quote sociali per 40 milioni di euro

Caserta, centri commerciali per riciclare denaro dei casalesi

Centro commerciali usati dalla camorra per riciclare in modo veloce e sicuro milioni di euro guadagnati con i traffici illeciti. La scoperta della Guardia di finanza di Napoli e dello SCICO di Roma ha portato a sequestrare beni riconducibili al clan dei casalesi per 40 milioni di euro, tra cui automezzi, terreni, fabbricati e soprattutto l'intero capitale sociale della Giolì srl, proprietaria dell'omonimo centro commerciale a Castel Volturno, in provincia di Caserta. Secondo gli inquirenti la struttura, che comprendeva 60 attività commerciali, tra cui bar, pizzerie, negozi e supermercati, era in mano a ad affiliati al clan dei casalesi.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari