lunedì 23 gennaio | 08:29
pubblicato il 22/lug/2013 17:42

Casa: Braia, documento condiviso tra parti sociali su disagio abitativo

(ASCA) - Roma, 22 lug - L'assessore della Basilicata, Luca Braia, in veste di coordinatore degli Assessori regionali alle politiche abitative, annuncia un documento sull'emergenza casa condiviso tra Anci, Conferenza delle Regioni, Federcasa, Cgil, Cisl e Uil.

Ricomporre il quadro delle competenze sull'edilizia sociale, allargare il mercato delle locazioni, riformare gli enti gestori di edilizia residenziale pubblica, rifinanziare anche attraverso la defiscalizzazione a partire dall'azzeramento dell'Imu per le ex Iacp regionali.

Sono queste le proposte contenute nel documento e preannunciate in una nota da Braia che domani partecipera', a Roma, ad un convegno promosso dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, dall'Anci, da Federcasa e da Cgil, Cisl e Uil. ''Il documento - spiega l'assessore lucano - parte dal presupposto che il nostro Paese da troppo tempo e' privo di una politica nel comparto abitativo in grado di prospettare misure strutturali per i tanti nodi irrisolti che condizionano negativamente il settore''. ''Il processo di attribuzione di competenze sull'edilizia sociale - aggiunge Braia - ha nel tempo prodotto un quadro normativo che presenta ambiguita' interpretative. Occorre fare chiarezza partendo dalla definizione di alloggio sociale e tenuto conto della normativa europea vigente''. L'altra anticipazione riguarda il mercato delle locazioni per cui ''il documento propone misure per favorire il rilancio del comparto dell'affitto, adottando misure che incrementino l'offerta a canoni sociali e convenzionati''. Braia ha anche illustrato la parte del documento relativa alla riforma degli enti gestori di edilizia residenziale pubblica che punta a ''superare una condizione di ambiguita' degli ex Iacp per finanziare ulteriormente l'edilizia residenziale pubblica pensando a recuperare un patrimonio edilizio privato libero ed inutilizzato, ristrutturando e recuperando il patrimonio edilizio pubblico esistente, ed in alcuni casi abbandonato, oltre che a forme anche innovative di housing sociale che abbia come destinatari prioritari le famiglie in difficolta''', ha concluso l'assessore lucano.

com-stt/mau/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4