martedì 28 febbraio | 09:32
pubblicato il 26/feb/2013 17:10

Carne di cavallo: Cia, da Ue passi avanti. Ma ancora non basta

Carne di cavallo: Cia, da Ue passi avanti. Ma ancora non basta

(ASCA) - Roma, 26 feb - La decisione Ue di anticipare la pubblicazione del rapporto sulla carne lavorata ''e' un passo in avanti, ma troppo piccolo''. Lo afferma la Confederazione italiana agricoltori (Cia) nel quadro dello scandalo della carne di cavallo venduta come fosse di manzo, laddove il 92% degli italiani risulta sensibile al problema della sicurezza alimentare. ''La decisione della Commissione Ue di anticipare all'estate o all'inizio dell'autunno la presentazione del rapporto sull'etichettatura della carne lavorata e dei prodotti che la contengono, inizialmente previsto alla fine del 2013, e' un primo segnale in direzione di una completa tracciabilita' alimentare, ma i tempi restano ancora irrimediabilmente lunghi'', scrive Cia in un comunicato. ''La 'febbre da cavallo' che sta contagiando tutta l'Europa - prosegue Cia - richiede risposte rapide perche' scandali come questo minano fortemente la fiducia dei consumatori e hanno effetti diretti sui consumi, e quindi sulla salute delle aziende, gia' traballanti per la crisi''. ''D'altra parte - ricorda la Cia - la popolazione e' gia' convinta sul tema dell'etichettatura alimentare: se in Europa e' considerata prioritaria da 7 cittadini su 10, secondo i nostri dati la percentuale nel Belpaese arriva al 92 per cento. Vuol dire che oggi la quasi totalita' degli italiani chiede a gran voce un'etichetta trasparente dove risulti chiara la provenienza di tutti gli ingredienti e delle materie prime agricole''. Da qui, la richiesta di Cia a ''cogliere le indicazioni che arrivano dai consumatori europei e accelerare davvero i tempi di Bruxelles, arrivando all'estate o all'inizio dell'autunno con un provvedimento 'gia' fatto' e non con un iter appena iniziato. Solo cosi' - e'prosegue l'associazione di categoria - si puo' evitare il ciclico ripetersi di frodi e truffe a tavola, causate da scambi commerciali poco trasparenti e per nulla attente alla salute umana'' conclude Cia.

com-Stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
Droga
Maxi operazione antidroga allo Zen di Palermo: 24 arresti
Terremoti
Sisma Centro Italia, Errani: grandissimo rischio spopolamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech