martedì 06 dicembre | 23:08
pubblicato il 17/dic/2013 14:01

Carceri: intesa Ministero Giustizia-Toscana per condizioni migliori

(ASCA) - Firenze, 17 dic - Recuperare e reinserire nella societa' 300 detenuti tossicodipendenti. E' uno degli obiettivi di un protocollo di intesa per il miglioramento delle condizioni dei detenuti firmato oggi a Firenze dal ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri e dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.

Con l'intesa, tra l'altro, la Regione si impegna a individuare strutture idonee a ospitare case di semiliberta'.

Previste anche misure per estendere la possibilita' di lavoro esterno dei detenuti.

''Portero' questo Protocollo - ha detto la Cancellieri - alla Conferenza Stato-Regioni perche' voglio che diventi un modello ed un esempio per tutti. Ringrazio il presidente Rossi per la collaborazione rispetto ad un problema che deve riguardare l'intera societa'. Abbiamo la prova che nei detenuti che lavorano il tasso di recidivita' e' minimo, quindi questo progetto avra' effetti ulteriormente positivi''.

''Le condizioni delle carceri, anche in Toscana - ha detto Rossi - non sono degne di un Paese civile. E' per questo che ci siamo sentiti responsabilizzati ad intervenire rispetto ad una situazione che il presidente Napolitano ha definito ripugnante.

Dunque sono contento della firma di stamani e ringrazio la ministra Cancellieri che ha creduto in questo progetto che rappresenta una scelta importante in favore della civilta' delle nostre carceri, in applicazione dell'articolo 27 della Costituzione secondo il quale le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanita' e devono tendere alla rieducazione del condannato''.

Rossi ha sottolineato poi come con il protocollo sottoscritto oggi si riduca di un terzo la popolazione carceraria in sovrannumero in Toscana, dove ci sono oggi 900 detenuti in piu' rispetto alla capienza massima degli istituti. Il governatore ha ricordato infine che l'investimento della Regione Toscana per la realizzazione di un protocollo ''i cui effetti potranno essere misurati tra 6 o 7 mesi'' e' di circa 4 milioni di euro e che i primi detenuti ad essere avviati al programma saranno, a partire dall'inizio del 2014, una settantina, mentre si conta di allestire le prime strutture di accoglienza entro la prossima estate.

La Regione Toscana ha stanziato anche 400.000 euro per sostituire tutti imaterassi delle carceri toscane.

afe/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Calcio
Avviato procedimento disciplinare per vigile tifoso della Roma
Mafia
Operazione antimafia tra Ragusa e Caltanissetta: sette arresti
Violenza minori
A Napoli abbandona neonato in spazzatura:arrestata, bimbo salvo
Papa
Il papa: le chiese siano oasi di bellezza in periferie degradate
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni