lunedì 23 gennaio | 16:04
pubblicato il 17/dic/2013 14:01

Carceri: intesa Ministero Giustizia-Toscana per condizioni migliori

(ASCA) - Firenze, 17 dic - Recuperare e reinserire nella societa' 300 detenuti tossicodipendenti. E' uno degli obiettivi di un protocollo di intesa per il miglioramento delle condizioni dei detenuti firmato oggi a Firenze dal ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri e dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.

Con l'intesa, tra l'altro, la Regione si impegna a individuare strutture idonee a ospitare case di semiliberta'.

Previste anche misure per estendere la possibilita' di lavoro esterno dei detenuti.

''Portero' questo Protocollo - ha detto la Cancellieri - alla Conferenza Stato-Regioni perche' voglio che diventi un modello ed un esempio per tutti. Ringrazio il presidente Rossi per la collaborazione rispetto ad un problema che deve riguardare l'intera societa'. Abbiamo la prova che nei detenuti che lavorano il tasso di recidivita' e' minimo, quindi questo progetto avra' effetti ulteriormente positivi''.

''Le condizioni delle carceri, anche in Toscana - ha detto Rossi - non sono degne di un Paese civile. E' per questo che ci siamo sentiti responsabilizzati ad intervenire rispetto ad una situazione che il presidente Napolitano ha definito ripugnante.

Dunque sono contento della firma di stamani e ringrazio la ministra Cancellieri che ha creduto in questo progetto che rappresenta una scelta importante in favore della civilta' delle nostre carceri, in applicazione dell'articolo 27 della Costituzione secondo il quale le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanita' e devono tendere alla rieducazione del condannato''.

Rossi ha sottolineato poi come con il protocollo sottoscritto oggi si riduca di un terzo la popolazione carceraria in sovrannumero in Toscana, dove ci sono oggi 900 detenuti in piu' rispetto alla capienza massima degli istituti. Il governatore ha ricordato infine che l'investimento della Regione Toscana per la realizzazione di un protocollo ''i cui effetti potranno essere misurati tra 6 o 7 mesi'' e' di circa 4 milioni di euro e che i primi detenuti ad essere avviati al programma saranno, a partire dall'inizio del 2014, una settantina, mentre si conta di allestire le prime strutture di accoglienza entro la prossima estate.

La Regione Toscana ha stanziato anche 400.000 euro per sostituire tutti imaterassi delle carceri toscane.

afe/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, individuato il cadavere di un uomo: 6 le vittime
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Il Mascagni Luxury Dépendance entra nel circuito Space Hotels
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Samsung: incidenti del Galaxy Note 7 causati da batteria
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4