venerdì 24 febbraio | 12:32
pubblicato il 16/dic/2013 18:38

Carceri: giovani deputati Pd in visita a Padova. Serve riforma radicale

Carceri: giovani deputati Pd in visita a Padova. Serve riforma radicale

(ASCA) - Roma, 16 dic - Dei 70 ergastolani detenuti presso il Carcere Due Palazzi di Padova, almeno una decina sono ''ostativi'', cioe' privati di ogni beneficio penitenziario, permesso, semiliberta' o affidamento ai servizi sociali.

Li hanno incontrati questa mattina i giovani deputati del Partito democratico, Laura Coccia, Giulia Narduolo e Fausto Raciti, segretario nazionale dei Giovani democratici, che sottolineano ''la necessita' di una radicale riforma del sistema carcerario'' italiano in quanto versa in una ''condizione intollerabile per un paese civile''.

Negli scorsi giorni, infatti - come spiega una nota - Carmelo Musumeci, ergastolano ostativo, uno degli ''uomini ombra'' che vivono questa condizione di non-esistenza, aveva scritto un appello proprio all'on. Laura Coccia, chiedendole di andarlo a trovare nel suo penitenziario per confrontarsi e capire cosa voglia dire ''fine pena mai'' e ''privo di ogni beneficio''. Una punizione - si osserva - forse peggiore della morte stessa, in quanto condanna a vivere senza la possibilita' di avere una vera vita, 22 ore al giorno chiuso in cella, e impossibilita' per sempre di vedere e abbracciare i propri cari fuori dal penitenziario.

''L'ergastolo e' una condizione davvero orrenda'', osserva Coccia. ''Ma - aggiunge - l'impossibilita' di poter usufruire di alcun beneficio rende queste persone uomini ombra, come definite dalle stesse Musumeci, persone per cui non esiste nulla al di la' delle mura che li circondano''.

Sul tema carceri l'opinione pubblica appare spesso distante, ma oltre l'indulto il nostro Paese ha davvero bisogno di provvedere a creare una riforma radicale del sistema carcerario. Secondo i dati del ministero della Giustizia, a noi contribuenti ogni detenuto comporta un esborso di 110-120 euro a giorno e ogni 100 posti a disposizione nelle carceri ci sono 147 detenuti, in diversi istituti il sovraffollamento supera quindi il 50%.

Una condizione ''intollerabile per un paese civile'', conclude la nota.

com-stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Berlusconi
Berlusconi a pm: minacce da olgettina, voleva 1 mln per tacere
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech