sabato 03 dicembre | 11:22
pubblicato il 05/dic/2013 12:00

Carceri, Cancellieri: "benvengano amnistia e indulto"

Audizione Guardasigilli a delegazione Assemblea Consiglio Europa

Carceri, Cancellieri: "benvengano amnistia e indulto"

Roma, 5 dic. (askanews) - La questione carceraria in Italia è stata al centro stamane alla Camera dell'audizione del ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri, innanzi alla Delegazione italiana presso l'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa, presieduta da Sandro Gozi". Ben vengano amnistia e indulto", ha detto il ministro Cancellieri dopo aver affrontato i vari temi sul tappeto, secondo quanto riferito dall'ufficio stampa di Montecitorio. L'audizione di oggi fa seguito all'iniziativa assunta ieri in Senato fra la Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani e la Delegazione italiana presso l'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa, sui temi dell'amnistia e indulto, a cui ha preso parte il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che all'inizio dello scorso mese di ottobre aveva rivolto su questi temi un messaggio alle Camere. Il Consiglio d'Europa ha più volte richiamato il nostro Paese sulle condizioni di inumanità e spesso di violazione dei diritti umani che soffrono i detenuti in Italia. Entro il maggio 2014 l'Italia dovrà presentarsi a Strasburgo con un piano di iniziative concrete e già attuate. Il ministro Cancellieri ha illustrato il piano del governo per risolvere il grave problema, da interventi sull'edilizia carceraria a interventi sul lavoro dei detenuti dentro e fuori dal carcere, sulla custodia cautelare, sui detenuti stranieri anche in via di identificazione. "Nel primo semestre del 2014 - ha dichiarato il Presidente Gozi - l'Italia dovrà dare risposte chiare al Consiglio d'Europa non solo sul sovraffollamento carcerario, ma anche sull'eccessiva lunghezza dei processi e le espulsioni di stranieri in violazione della Convenzione sui diritti umani avvenute in passato. Siamo determinati - continua il Presidente della Delegazione - a fare uscire l'Italia dall'attuale situazione di illegalità europea e a sostenere tutte le misure necessarie a tale scopo, a cui, sono personalmente convinto, occorra aggiungere anche amnistia ed indulto".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Sanità
Il 16 dicembre sciopero medici ospedalieri e dirigenti sanitari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari