domenica 26 febbraio | 20:21
pubblicato il 14/ott/2013 17:39

Carceri: Barca, Napolitano ci ha ricordato sanzione Ue

(ASCA) - Trieste, 14 ott - Per l'ex ministro Fabrizio Barca, oggi a Trieste, ''l'intervento di Napolitano ha ricordato all'Italia che stiamo per incorrere in una sanzione europea.

Sta al parlamento ora risolvere il problema usando il piu' possibile strumenti ordinari, come migliorare la qualita' delle carceri e depenalizzare le cose che vanno depenalizzate. E solo successivamente ricorrere a strumenti straordinari''. ''La prima cosa che mi chiedo come cittadino e' perche' non sono stati usati i fondi strutturali che erano stati destinati al piano carceri e di chi sono le responabilita' del ritardo - ha aggiunto Barca -. Dovevano creare 10 mila posti in piu'. Sono invece fermi e non si sa quando verranno sbloccati. La seconda cosa che mi domando e' perche' l'Italia ha delle leggi retrograde che penalizzano i reati per consumo di marijuana o di hashish''.

fdm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech