domenica 22 gennaio | 05:25
pubblicato il 14/ott/2013 17:39

Carceri: Barca, Napolitano ci ha ricordato sanzione Ue

(ASCA) - Trieste, 14 ott - Per l'ex ministro Fabrizio Barca, oggi a Trieste, ''l'intervento di Napolitano ha ricordato all'Italia che stiamo per incorrere in una sanzione europea.

Sta al parlamento ora risolvere il problema usando il piu' possibile strumenti ordinari, come migliorare la qualita' delle carceri e depenalizzare le cose che vanno depenalizzate. E solo successivamente ricorrere a strumenti straordinari''. ''La prima cosa che mi chiedo come cittadino e' perche' non sono stati usati i fondi strutturali che erano stati destinati al piano carceri e di chi sono le responabilita' del ritardo - ha aggiunto Barca -. Dovevano creare 10 mila posti in piu'. Sono invece fermi e non si sa quando verranno sbloccati. La seconda cosa che mi domando e' perche' l'Italia ha delle leggi retrograde che penalizzano i reati per consumo di marijuana o di hashish''.

fdm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Incidenti stradali
Pullman ungherese si schianta e prende fuoco in A4, 16 morti
Maltempo
Rigopiano, proseguono ricerche: bilancio 9 in salvo, 4 vittime
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4