domenica 11 dicembre | 01:43
pubblicato il 19/giu/2013 17:00

Carceri: Anfp, il Paese rischia una nuova emergenza sicurezza

(ASCA) - Roma, 19 giu - ''Prima di mandare agli arresti domiciliari chi ha commesso reati, occorre rendere efficace il sistema del braccialetto elettronico, che va reso obbligatorio per tutti coloro che beneficiano della possibilita' di scontare la pena a casa, cosi' si eviterebbe di distrarre gli agenti di polizia per effettuare i relativi controlli''. Lo afferma l'Associazione nazionale funzionari di polizia che chiede al governo di ''prendere coscienza che lo scorso anno sono aumentati tutti i reati predatori: furti, scippi, borseggi, truffe rapine, quei reati cioe' che destano il maggiore allarme sociale''. Di fronte a questi dati ''chiari'', si ricorda che ''l'inefficacia della legge Gozzini fu evidente gia' l'anno successivo alla sua entrata in vigore''. ''Gli effetti negativi sulla sicurezza - si conclude - saranno inevitabili''.

red-gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina