lunedì 20 febbraio | 17:46
pubblicato il 19/giu/2013 17:00

Carceri: Anfp, il Paese rischia una nuova emergenza sicurezza

(ASCA) - Roma, 19 giu - ''Prima di mandare agli arresti domiciliari chi ha commesso reati, occorre rendere efficace il sistema del braccialetto elettronico, che va reso obbligatorio per tutti coloro che beneficiano della possibilita' di scontare la pena a casa, cosi' si eviterebbe di distrarre gli agenti di polizia per effettuare i relativi controlli''. Lo afferma l'Associazione nazionale funzionari di polizia che chiede al governo di ''prendere coscienza che lo scorso anno sono aumentati tutti i reati predatori: furti, scippi, borseggi, truffe rapine, quei reati cioe' che destano il maggiore allarme sociale''. Di fronte a questi dati ''chiari'', si ricorda che ''l'inefficacia della legge Gozzini fu evidente gia' l'anno successivo alla sua entrata in vigore''. ''Gli effetti negativi sulla sicurezza - si conclude - saranno inevitabili''.

red-gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia