giovedì 19 gennaio | 07:56
pubblicato il 08/ago/2013 19:26

Carceri: accordo Anci-Federambiente per lavoro detenuti nei Comuni

Carceri: accordo Anci-Federambiente per lavoro detenuti nei Comuni

(ASCA) - Roma, 8 ago - Realizzare sul territorio un programma di interventi straordinari che vedranno i detenuti italiani impegnati in azioni a tutela e salvaguardia del decoro urbano, per la prevenzione e riduzione dei rifiuti, la cura del verde pubblico, la mappatura e riqualificazione delle aree occupate da microdiscariche e la valorizzazione degli attrattori culturali del territorio. Questo - roferisce una nota - l'obiettivo del Protocollo d'intesa fra Associazione nazionale comuni italiani (Anci) e Federambiente siglato dai ripettivi presidenti, Piero Fassino e Daniele Fortini.

''Il lavoro riveste un ruolo di assoluta centralita' in ogni percorso riabilitativo finalizzato al reinserimento sociale del detenuto e quindi - ha dichiarato Fassino - lo si puo' considerare come una efficace politica di prevenzione per la sicurezza delle nostre citta'. Oggi in Italia - prosegue il rpesidente Anci - gia' 555 detenuti sono impegnati in attivita' di lavoro all'esterno del carcere: ci aspettiamo che. grazie all'intesa con Federambinete, questo numero sia presto destinato a salire, insieme al numero dei progetti che vedono coinvolti i detenuti nella cura delle nostre citta'''. L'intesa prevede la costituzione di un tavolo tecnico Anci-Federambiente che avra' il compito di favorire la massima conoscenza e condivisione delle potenzialita' del programma, la creazione di strumenti e di momenti di formazione per i detenuti impegnati nei progetti e la promozione sul territorio della costituzione di tavoli locali permanenti di confronto per favorire la collaborazione tra comuni e associazioni di servizi pubblici d'igiene ambientale. ''Siamo orgogliosi di questo accordo'', ha detto Fortini.

''E siamo sicuri - ha proseguito il presidente di Federambiente - che produrra' beneficio per le imprese, per i comuni e per le comunita' locali. Un accordo con il quale si conferma l'impegno ormai pluridecennale delle aziende di servizi ambientali italiane a cogliere le sollecitazioni dei Comuni proprietari, finalizzate al reinserimento lavorativo di una categoria di cittadini in oggettiva difficolta''', ha concluso Fortini.

red-stt/lus/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sisma centro Italia, Ingv: oltre 100 scosse, 4 sopra magnitudo 5
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina