giovedì 08 dicembre | 07:34
pubblicato il 10/mag/2013 13:29

Carceri: a Trieste guida plurilingue per i detenuti

(ASCA) - Trieste, 10 mag - La nuova guida pratica ai ''Diritti e doveri dei detenuti'', un piccolo maneggevole vademecum di una quarantina di pagine, che punta ad aiutare chi entra in carcere e non conosce il sistema (le sue regole, i comportamenti a cui attenersi, le sanzioni, ma anche i diritti e le possibilita' formative, lavorative, culturali all'interno dell'istituto penitenziario) e' stata presentata questa mattina in municipio, a Trieste. All'incontro sono intervenuti tra gli altri l'assessore alle Politiche sociali Laura Famulari, il presidente della Camera Penale di Trieste Andrea Frassini, il questore Giuseppe Padulano, il garante dei detenuti Rosanna Palci, il comandante delle guardie carcerarie del Coroneo Antonio Marrone, la responsabile dell'area educativa del carcere Anna Buonuomo, il cappellano del Coroneo padre Silvio Alaimo, nonche' rappresentanti e operatori impegnati in questo settore.

Frutto di una felice collaborazione e della sinergia fra la Camera Penale di Trieste (l'Associazione che raggruppa gli avvocati penalisti del locale Foro, costituitasi nel 1989) e il Comune di Trieste, che ha colto prontamente lo stimolo ad un comune impegno a garanzia dei diritti umani in ambito penitenziario, senza spese aggiuntive per l'Ente, la guida ai ''Diritti e doveri dei detenuti'' e una sorta di carta costituzionale dei valori e dei principi, contenente le disposizioni relative a cio' che il detenuto deve conoscere, al suo ingresso nell'Istituto, per esercitare i suoi diritti ed acquisire consapevolezza delle regole nel contesto penitenziario, dall'altra un utile vademecum per conoscere concretamente l'organizzazione della vita quotidiana in carcere, con riferimento in particolare alle prassi vigenti nel contesto locale, al fine di affrontare una detenzione consapevole dei diritti riconosciuti e delle regole da rispettare. Tradotta in nove lingue (inglese, francese, tedesco, spagnolo, sloveno, croato, rumeno, albanese, arabo), anche perche' il 70% della popolazione carceraria del Coroneo e' straniera, la guida riassume le prassi interne, le regole da rispettare e le eventuali sanzioni, i rapporti con il difensore, con il medico e i familiari.

fdm/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni