lunedì 23 gennaio | 22:54
pubblicato il 11/feb/2012 10:47

Carcere/ Muoiono tre detenuti, sindacati: è allarme

A Roma, Campobasso e Bologna. Marroni: magistratura faccia luce

Carcere/ Muoiono tre detenuti, sindacati: è allarme

Roma, 11 feb. (askanews) - Morire quando si è affidati allo Stato. Tre detenuti sono morti nelle ultime ore e torna alto l'allarme carcere. Secondo quanto reso noto dal segretario generale della Uil-penitenziari, Eugenio Sarno, intorno alle 7 di stamane, è stato trovato senza vita un uomo di 39 anni. D.R.M. Era nel proprio letto. A scoprirlo è stato il suo compagno di cella. "Dalle prime notizie parrebbe che la morte sia sopravvenuta per cause naturali (probabile infarto). Il detenuto era ristretto nel Reparto Penale del carcere bolognese della Dozza e scontava una pena per rapina, spaccio internazionale, sequestro di persona ed altro. Avrebbe terminato la detenzione nel 2024". A Campobasso, invece, è morto in ospedale il detenuto napoletano che si era sentito male in carcere. Era dentro per associazione a delinquere e rapina. "In questo triste contesto il personale di polizia penitenziaria di Campobasso, già dimezzato dalle conseguenze delle cattive condizioni meteo che hanno colpito la Regione, si è distinto ancora una volta per professionalità, attenzione e senso del dovere ed a tutti loro va il mio plauso e apprezzamento", afferma Donato Capece, segretario generale del Sappe, la prima e più rappresentativa organizzazione di categoria. Capece sottolinea ancora una volta le criticità delle carceri molisane: "Campobasso ha una disponibilità regolamentare per 112 posti letto ma i presenti al 31 gennaio scorso erano 136, Isernia ha 70 posti letto occupati da 81 e Larino conta 293 detenuti per 219 posti regolamentari. E' evidente che questo sovraffollamento contribuisce ad acuire lo stress e le già gravose condizioni di lavoro dei poliziotti penitenziari e condiziona inevitabilmente la serenità all'interno delle sezioni detentive". A Roma un uomo di 30 anni è morto a Regina Coeli. Anche lui è stato trovato cadavere nella sua cella, nella IV sezione del penitenziario storico della Capitale. Il garante dei detenuti Angiolo Marroni ha spiegato: "La magistratura faccia luce su questo decesso, il secondo in meno di un mese a Regina Coeli. Si prenda atto che la struttura non è, ormai, più in grado di garantire condizioni di detenzione accettabili".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4