martedì 28 febbraio | 12:12
pubblicato il 30/ago/2012 18:36

Carbosulcis/ Minatori si preparano a sesta notte di occupazione

Grande attesa per vertice domani a Roma al Ministero Sviluppo

Carbosulcis/ Minatori si preparano a sesta notte di occupazione

Cagliari, 30 ago. (askanews) - Sta per iniziare la sesta notte di occupazione degli impianti da parte degli operai che protestano affinchè il Governo sblocchi il progetto di rilancio della miniera di Nuraxi Figus a Gonnesa, nel Sulcis-Iglesiente, con la produzione di energia pulita dal carbone attraverso la cattura e lo stoccaggio di Co2 nel sottosuolo. Intanto hanno rinunciato alla loro protesta disperata i due minatori scesi a -400 metri di profondità nella miniera. Sarà una notte d'attesa, visto che domani, al Ministero dello Sviluppo Economico a Roma, si terrà un incontro fra rappresentanti dell'esecutivo nazionale, Regione, Provincia del Sulcis-Iglesiente, sindacati ed azienda, un vertice che potrebbe scrivere il futuro della miniera e degli operai che ci lavorano. Il governatore sardo Cappellacci incontrerà anche il vide presidente della Commissione Europea, Antonio Tajani con lo scopo dichiarato di " difendere le realtà esistenti, che hanno una valenza strategica, e aprire nuove prospettive di sviluppo e occupazione". Questa mattina erano stati i lavoratori a farsi protagonisti di un'iniziativa disperata: due di loro si sono calati in un pozzo a meno 400 metri di profondità, in condizioni ambientali difficilissime con rischi notevoli per la loro salute. Alla fine hanno rinunciato, convinti dai loro colleghi di una squadra di soccorso che nel frattempo avevano allertato anche un'ambulanza in caso di eventuali malori. La tensione, dunque, non accenna a spegnersi dopo il gesto autolesionistico che ha visto protagonista ieri un rappresentante sindacale che si è ferito all'avambraccio durante l'incontro con la stampa. Per lui dieci punti di sutura all'ospedale Sirai di Carbonia. "Siamo pronti a tutto - ha detto, sempre ieri, un altro rappresentante sindacale, indicando la stanza blindata dove sono custoditi oltre 690 chili di esplosivo e 1.221 detonatori - il momento dell'esplosivo". Ora l'attenzione è puntata sulla trattativa col Governo. Da Roma si attendono buone notizie per il comparto minerario del Sulcis-Iglesiente.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Droga
Maxi operazione antidroga allo Zen di Palermo: 24 arresti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
Terremoti
Sisma Centro Italia, Errani: grandissimo rischio spopolamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
SpaceX invierà due turisti spaziali attorno alla Luna a fine 2018
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech