martedì 06 dicembre | 09:15
pubblicato il 30/ago/2012 18:36

Carbosulcis/ Minatori si preparano a sesta notte di occupazione

Grande attesa per vertice domani a Roma al Ministero Sviluppo

Carbosulcis/ Minatori si preparano a sesta notte di occupazione

Cagliari, 30 ago. (askanews) - Sta per iniziare la sesta notte di occupazione degli impianti da parte degli operai che protestano affinchè il Governo sblocchi il progetto di rilancio della miniera di Nuraxi Figus a Gonnesa, nel Sulcis-Iglesiente, con la produzione di energia pulita dal carbone attraverso la cattura e lo stoccaggio di Co2 nel sottosuolo. Intanto hanno rinunciato alla loro protesta disperata i due minatori scesi a -400 metri di profondità nella miniera. Sarà una notte d'attesa, visto che domani, al Ministero dello Sviluppo Economico a Roma, si terrà un incontro fra rappresentanti dell'esecutivo nazionale, Regione, Provincia del Sulcis-Iglesiente, sindacati ed azienda, un vertice che potrebbe scrivere il futuro della miniera e degli operai che ci lavorano. Il governatore sardo Cappellacci incontrerà anche il vide presidente della Commissione Europea, Antonio Tajani con lo scopo dichiarato di " difendere le realtà esistenti, che hanno una valenza strategica, e aprire nuove prospettive di sviluppo e occupazione". Questa mattina erano stati i lavoratori a farsi protagonisti di un'iniziativa disperata: due di loro si sono calati in un pozzo a meno 400 metri di profondità, in condizioni ambientali difficilissime con rischi notevoli per la loro salute. Alla fine hanno rinunciato, convinti dai loro colleghi di una squadra di soccorso che nel frattempo avevano allertato anche un'ambulanza in caso di eventuali malori. La tensione, dunque, non accenna a spegnersi dopo il gesto autolesionistico che ha visto protagonista ieri un rappresentante sindacale che si è ferito all'avambraccio durante l'incontro con la stampa. Per lui dieci punti di sutura all'ospedale Sirai di Carbonia. "Siamo pronti a tutto - ha detto, sempre ieri, un altro rappresentante sindacale, indicando la stanza blindata dove sono custoditi oltre 690 chili di esplosivo e 1.221 detonatori - il momento dell'esplosivo". Ora l'attenzione è puntata sulla trattativa col Governo. Da Roma si attendono buone notizie per il comparto minerario del Sulcis-Iglesiente.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta maltempo: temporali sulle due Isole e sulla Calabria
Mafia
Operazione antimafia tra Ragusa e Caltanissetta: sette arresti
Immigrati
Guardia costiera: salvati 231 migranti nel Mediterraneo
Calcio
Avviato procedimento disciplinare per vigile tifoso della Roma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari