lunedì 05 dicembre | 13:48
pubblicato il 21/giu/2012 14:20

Carabinieri morti nel casertano, probabile movente passionale

Comandante uccide il suo vice, poi si suicida

Carabinieri morti nel casertano, probabile movente passionale

Napoli, 21 giu. (askanews) - Potrebbe esserci un movente passionate all'origine della sparatoria avvenuta questa mattina nella caserma dei carabinieri di Mignano Monte Lungo, in provincia di Caserta. Secondo le prime, frammentarie notizie, il comandante della stazione, Angelo Simone, avrebbe ucciso a colpi di pistola il suo vice Tommaso Nella per poi puntare l'arma contro di sé togliendosi la vita. L'omicidio-suicidio si è consumato intorno alle 10 dopo una breve lite scaturita al rientro in caserma da un servizio che i due militari dell'Arma avevano effettuato insieme. A rinvenire i due cadaveri un carabiniere che stava facendo da piantone. Sul fatto ci sono, però, ancora molte ombre e il massimo riserbo da parte dei colleghi delle due vittime che stanno indagando sull'episodio. Massimo riserbo e poche le indiscrezioni trapelate.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari