sabato 03 dicembre | 23:41
pubblicato il 15/set/2011 17:07

Capri vuole diventare area marina protetta, ma mancano i fondi

L'isola potrebbe così regolamentare la sosta delle barche

Capri vuole diventare area marina protetta, ma mancano i fondi

L'isola di Capri vuole diventare un'area marina protetta, con regole più rigide per difendere i propri fondali e preservare le bellezze naturali. L'iter burocratico è stato avviato con la delibera congiunta da parte dei consigli comunali di Capri ed Anacapri nei mesi scorsi; ora la pratica è nelle mani del ministero dell'Ambiente, fondi permettendo, come spiega Alessandro Esposito, consigliere con delega all'Ambiente del Comune di Capri. Il progetto è sostenuto da tutte le associazioni ambientaliste. L'istituzione dell'area protetta nella pratica si tradurrebbe in una maggiore regolamentazione della sosta e del transito delle imbarcazioni che soprattutto nel periodo estivo affollano il mare di Capri.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari