lunedì 23 gennaio | 20:07
pubblicato il 15/set/2011 17:07

Capri vuole diventare area marina protetta, ma mancano i fondi

L'isola potrebbe così regolamentare la sosta delle barche

Capri vuole diventare area marina protetta, ma mancano i fondi

L'isola di Capri vuole diventare un'area marina protetta, con regole più rigide per difendere i propri fondali e preservare le bellezze naturali. L'iter burocratico è stato avviato con la delibera congiunta da parte dei consigli comunali di Capri ed Anacapri nei mesi scorsi; ora la pratica è nelle mani del ministero dell'Ambiente, fondi permettendo, come spiega Alessandro Esposito, consigliere con delega all'Ambiente del Comune di Capri. Il progetto è sostenuto da tutte le associazioni ambientaliste. L'istituzione dell'area protetta nella pratica si tradurrebbe in una maggiore regolamentazione della sosta e del transito delle imbarcazioni che soprattutto nel periodo estivo affollano il mare di Capri.

Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Bagnasco
Bagnasco: povertà si allarga. Subito reddito di inclusione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4