domenica 26 febbraio | 23:43
pubblicato il 27/dic/2013 11:32

Capodanno: Coldiretti, 4 mln in vacanza, -11% rispetto a 2012

Capodanno: Coldiretti, 4 mln in vacanza, -11% rispetto a 2012

(ASCA) - Roma, 27 dic - Sono circa 4 milioni gli italiani che trascorreranno il Capodanno fuori casa, con una riduzione stimata pari all'11 per cento rispetto allo scorso anno.

Soggiorni brevi, soprattutto in citta' d'arte e montagna, le caratteristiche di queste vacanze di fine anno, con ottime performance degli agriturismo che contano quasi mezzo milione di prenotazioni.

Lo stima in una nota Coldiretti sottolineando che, pero', ben sei italiani su dieci (60%) alloggera' in case di proprieta' o di parenti o amici. Resteranno in Italia l'81 per cento dei vacanzieri; quasi la meta' (49 per cento) spendera' meno di 250 euro a persona e il 21 per cento tra i 250 ed i 500 euro a persona. La tendenza - sottolinea Coldiretti - e' per una vacanza breve con il 28 per cento dei vacanzieri che trascorrera' fuori casa meno di tre giorni, mentre il 44 per cento restera' da tre giorni ad una settimana lontano dalle mura domestiche durante le festivita' di fine anno, secondo l'analisi Coldiretti/Ixe. C'e' pero' anche un 25 per cento di vacanzieri che si puo' permettere di restare fuori da una settimana a quindici giorni. Le mete preferite - continua Coldiretti - sono le citta' d'arte che sono scelte dal 53 per cento degli italiani in vacanza, mentre al secondo posto c'e' la montagna con il 33 per cento e a seguire la campagna con ben il 9 per cento a pari merito con il mare, magari in lontani paesi esotici. Con il Capodanno salgono 450 mila i vacanzieri che - sottolinea Coldiretti - hanno prenotato l'agriturismo per le feste con una permanenza media ridotta a due/tre giorni e il boom delle prenotazioni last minute su internet o attraverso applicativi tablet con i quali e' ancora possibile trovare occasioni. Rispetto allo scorso anno il 23 per cento degli italiani ha scelto una meta delle vacanze piu' vicina, il 58 per cento di eguale distanza e solo l'8 per cento piu' lontana, secondo l'analisi Coldiretti/Ixe'. Il motivo principale - conclude la Coldiretti - e' il costo del biglietto aereo, del treno e dei carburanti per il 40 per cento degli italiani, mentre per il 22 per cento la motivazione va ricercata nella minor disponibilita' di tempo.

com-stt/sam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech