sabato 03 dicembre | 08:10
pubblicato il 27/dic/2013 11:32

Capodanno: Coldiretti, 4 mln in vacanza, -11% rispetto a 2012

Capodanno: Coldiretti, 4 mln in vacanza, -11% rispetto a 2012

(ASCA) - Roma, 27 dic - Sono circa 4 milioni gli italiani che trascorreranno il Capodanno fuori casa, con una riduzione stimata pari all'11 per cento rispetto allo scorso anno.

Soggiorni brevi, soprattutto in citta' d'arte e montagna, le caratteristiche di queste vacanze di fine anno, con ottime performance degli agriturismo che contano quasi mezzo milione di prenotazioni.

Lo stima in una nota Coldiretti sottolineando che, pero', ben sei italiani su dieci (60%) alloggera' in case di proprieta' o di parenti o amici. Resteranno in Italia l'81 per cento dei vacanzieri; quasi la meta' (49 per cento) spendera' meno di 250 euro a persona e il 21 per cento tra i 250 ed i 500 euro a persona. La tendenza - sottolinea Coldiretti - e' per una vacanza breve con il 28 per cento dei vacanzieri che trascorrera' fuori casa meno di tre giorni, mentre il 44 per cento restera' da tre giorni ad una settimana lontano dalle mura domestiche durante le festivita' di fine anno, secondo l'analisi Coldiretti/Ixe. C'e' pero' anche un 25 per cento di vacanzieri che si puo' permettere di restare fuori da una settimana a quindici giorni. Le mete preferite - continua Coldiretti - sono le citta' d'arte che sono scelte dal 53 per cento degli italiani in vacanza, mentre al secondo posto c'e' la montagna con il 33 per cento e a seguire la campagna con ben il 9 per cento a pari merito con il mare, magari in lontani paesi esotici. Con il Capodanno salgono 450 mila i vacanzieri che - sottolinea Coldiretti - hanno prenotato l'agriturismo per le feste con una permanenza media ridotta a due/tre giorni e il boom delle prenotazioni last minute su internet o attraverso applicativi tablet con i quali e' ancora possibile trovare occasioni. Rispetto allo scorso anno il 23 per cento degli italiani ha scelto una meta delle vacanze piu' vicina, il 58 per cento di eguale distanza e solo l'8 per cento piu' lontana, secondo l'analisi Coldiretti/Ixe'. Il motivo principale - conclude la Coldiretti - e' il costo del biglietto aereo, del treno e dei carburanti per il 40 per cento degli italiani, mentre per il 22 per cento la motivazione va ricercata nella minor disponibilita' di tempo.

com-stt/sam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Sanità
Il 16 dicembre sciopero medici ospedalieri e dirigenti sanitari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari