domenica 11 dicembre | 01:22
pubblicato il 29/dic/2011 18:55

Capodanno, anche a Sorrento la crisi costringe al mordi e fuggi

Soggiorni limitati al minimo nella perla del turismo d'èlite

Capodanno, anche a Sorrento la crisi costringe al mordi e fuggi

Sorrento (askanews) - La crisi si fa sentire anche in una perla del turismo italiano come la penisola sorrentina dove, per il Capodanno 2012, si prevede un aumento delle cosiddette vacanze "mordi e fuggi": cenone in albergo, concerto in piazza e ritorno a casa il tutto spalmato al massimo su tre giorni, tra sabato e lunedì. Costanzo Iaccarino di Federlaberghi: "E' una tendenza che si ripete, certo sono venuti a mancare i grandi tour operator, i turisti qui sono prevalentemente italiani".Numerose, inoltre, le iniziative organizzate per allietare il soggiorno di chi sceglierà di trascorrere qui la notte di san Silvestro con un cartellone interessante.Immancabile, infine, il tradizionale appuntamento con la "tombolata di san Cesareo", divenuto un simbolo storico del Natale nella penisola Sorrentina.

Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina