lunedì 05 dicembre | 17:30
pubblicato il 16/dic/2014 11:50

Cantone, no alibi corruzione per rinunciare a Olimpiadi

"Per trasparenza appalti fare come con 'open Expo'"

Cantone, no alibi corruzione per rinunciare a Olimpiadi

Roma, 16 dic. (askanews) - "Se si rinuncia ad una grande occasione" come le Olimpiadi "perché ci sono valutazioni economiche, perché non riteniamo come Paese di sopportare uno sforzo di questa entità va bene, ma l'alibi della presenza della corruzione, l'alibi della presenza delle infiltrazioni mafiose è l'unico che non può essere utilizzato per rinunciare a un'occasione del genere". Lo ha detto il capo dell'Autorità Anticorruzione, Raffaele Cantone, a margine di un convegno al ministero della Giustizia.

Per garantire la trasparenza negli appalti per i Giochi di Roma 2024 "si può fare come per Expo 2015 dove abbiamo chiesto e ormai è in fase avanzata, un programma che si chiama 'open expo', che sta funzionando anche con buonissimi risultati e prevede che tutte le attività che vengono svolte, gli incarichi, gli appalti sopra soglia, sotto soglia, i bandi, sono inseriti sul sito", ha spiegato Cantone sottolineando che si tratta "assolutamente di una cosa alla portata".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta maltempo: temporali sulle due Isole e sulla Calabria
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari