venerdì 24 febbraio | 18:54
pubblicato il 17/ott/2013 12:00

Cancellieri: con l'Ue rischiamo multe da 60-70 milioni l'anno

"Problema grave soprattutto sotto il profilo civile e giuridico"

Cancellieri: con l'Ue rischiamo multe da 60-70 milioni l'anno

Roma, 17 ott. (askanews) - "L'Europa da 30 anni ci richiama sulle nostre condizioni carcerarie. A maggio se la sentenza Torreggiani parte abbiamo da pagare circa 100mila euro per ogni sette detenuti che faranno ricorso. Abbiamo 2.500 ricorsi e calcoliamo che ogni anno dovremo pagare multe per 60/70 milioni, quindi il problema è grave sotto il profilo finanziario". Così il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri, in audizione oggi alla Commissione Giustizia della Camera sul tema del sovraffollamento delle carceri. "Ma è grave - ha continuato il ministro - soprattutto sotto il profilo civile e giuridico di un paese che non può più sostenere questa situazione. La situazione va affrontata in maniera molto precisa e forte. questo il senso del messaggio del capo dello Stato", ha concluso Cancellieri.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech