lunedì 16 gennaio | 18:31
pubblicato il 15/feb/2011 16:30

Campo rom/Domani vertice Maroni,Campidoglio boccia tende-caserme

"Buona parte del Pdl" preferisce allestire centri di accoglienza

Campo rom/Domani vertice Maroni,Campidoglio boccia tende-caserme

Roma, 15 feb. (askanews) - No alle tendopoli nella capitale e ai nomadi ospitati nelle caserme. Firmato: "buona parte del Pdl" di Roma. Domani il ministro dell'Interno Roberto Maroni riceverà al Viminale il prefetto di Roma e commissario straordinario per il piano nomadi del Lazio Giuseppe Pecoraro, per valutare, come annunciato i giorni scorsi, un aggiornamento del piano nomadi di Roma "alla luce delle nuove esigenze che si sono evidenziate sul territorio". Ma in Campidoglio non si è ancora chiusa la partita sulle proposte avanzate da Alemanno (tendopoli e caserme per ospitare i rom che saranno sgomberati dai micro-campi, ndr.) e contro il sindaco ora si sarebbe schierata anche parte della 'sua' maggioranza. Questa mattina si è infatti tenuta una riunione congiunta delle omissioni Politiche sociali e Politiche per la Sicurezza urbana "la prima proposta presa in esame - ha sottolineato il presidente della Commissione Politiche sociali, Giordano Tredicine (Pdl) - è stata quella di dire no alle tendopoli e prevedere centri di accoglienza, gli stessi messi a disposizione per l'emergenza freddo. La Commissione sta valutando quali sono queste strutture: siamo sull'ordine delle 700 persone, ma le strutture di accoglienza potrebbero arrivare a contenere 1.000 persone. Stiano inoltre studiando come ospitare tutte le 2.200 persone dei microcampi: se non ci non riusciamo la Commissione si aggiornerà la prossima settimana. La commissione - ha comunque ribadito Tredicine - non è d'accordo sull'utilizzo delle caserme dismesse per ospitare i nomadi". Tredicine ha spiegato anche che "stiamo valutando anche i soldi fin qui spesi per la vigilanza e la videosorveglianza all'interno dei campi autorizzati: si tratta di circa 4 milioni di euro all'anno. Per questo stiamo valutando la possibilità di chiedere al Ministero della Difesa una deroga per utilizzare le Forze armate per la vigilanza. Questo per risparmiare e riutilizzare questi soldi per la costruzione dei campi autorizzati". Infine, il presidente ha voluto fare una valutazione politica: "Non si tratta di posizioni contrarie a quelle di Alemanno, ma di posizioni dettate dalla cittadinanza romana e da una buona parte del Pdl in Campidoglio. Il piano che domani verrà presentato dal prefetto al ministro Maroni - ha concluso - conterrà anche le integrazioni decise dalla Commissione".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Comuni
Consenso dei sindaci: vince Appendino, Raggi precipita penultima
Corruzione
Latina, appalti truccati: 10 arresti tra cui sindaco di Sperlonga
Napoli
Napoli, scoppia un impianto a gas: un morto e 7 feriti, 5 gravi
Roma
Roma, manutenzioni bus Cotral truccate: un arresto e 50 indagati
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Germania in guerra contro Fca: "Richiamare 500, Doblò e Renegade"
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello