domenica 22 gennaio | 11:40
pubblicato il 18/set/2013 16:29

Campania/Rifiuti: Realacci, priorita' contrasto a smaltimento illecito

(ASCA) - Napoli, 18 set - ''Contrastare lo smaltimento illecito di rifiuti e' una priorita' per tutelare l'ambiente e la salute dei cittadini che interessa tutto il Paese e in particolare la Campania, con le province di Napoli e Caserta. Come evidenziano i dati del dossier 'Terra dei fuochi: radiografia di un ecocidio' presentato questa mattina da Legambiente in occasione del Lancio di Puliamo il Mondo, questi territori sono martoriati da questo fenomeno, cui si accompagna anche quello non meno grave dei roghi tossici.

Negli ultimi 5 anni, infatti, tra le province di Napoli e Caserta sono stati compiuti ben 205 arresti per traffici e smaltimenti illegali di rifiuti, pari al 29,2% del totale nazionale, e oltre mille sequestri, il 10% di quelli effettuati in tutta Italia. Inoltre nei 20 mesi compresi tra gennaio 2012 e 31 agosto 2013 sono stati registrati oltre 6.000 roghi di rifiuti. Roghi che, da gennaio ad agosto 2013 sono sensibilmente diminuiti grazie a una maggiore attenzione delle istituzioni e al cosiddetto 'Patto della Terra dei Fuochi'. Per rafforzare le attivita' di prevenzione, controllo e contrasto alle ecomafie nella Terra dei Fuochi ho presentato un'interrogazione alla Presidenza del Consiglio dei ministri e al ministro''. Lo afferma Ermete Realacci, Presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, annunciando un'interrogazione sulla Terra dei Fuochi.

''Ai ministri interrogati - spiega Realacci - chiedo di dare maggiore forza alle attivita' di controllo, prevenzione e contrasto dello attivita' illegali di smaltimento di rifiuti e dei roghi tossici nella 'Terra dei fuochi', destinando ad esse risorse specifiche e adeguate, e di allargare la cabina di regia per l'emergenza roghi nella Terra dei Fuochi anche ai ministeri dell'Ambiente, della Salute e dell'Agricoltura. Ai ministri interrogati chiedo infine di predisporre tutti gli strumenti necessari al fine di arrivare rapidamente al risarcimento del danno ambientale da parte dei responsabili dei fenomeni di smaltimento illegale di rifiuti''. red/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Papa
Papa:no a Chiesa insapore in società dove anche verità è truccata
Maltempo
Rigopiano: si continua a scavare sotto la pioggia. Rischio slavine
Maltempo
Hotel Rigopiano, ospedale Pescara: 9 soccorsi in buone condizioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4