giovedì 08 dicembre | 11:16
pubblicato il 05/mag/2011 09:23

Campania, infiltravano società e le facevano fallire: 13 arresti

La banda agiva fra Guidonia, Avellino e Napoli

Campania, infiltravano società e le facevano fallire: 13 arresti

Depredavano aziende laziali e campane agonizzanti e sull'orlo del fallimento, dando loro il colpo di grazia finale. La banda di cannibali societari è stata scoperta e fermata dagli agenti del commissariato di Tivoli, vicino a Roma, in collaborazione con la squadra mobile di Avellino e di altri comuni: 13 in tutto gli arrestati che hanno truffato almeno 70 aziende per un giro d'affari di tre milioni di euro. La banda, che agiva fra Guidonia, Napoli e Avellino, era capeggiata da due napoletani che entravano in contatto con titolari di aziende in difficoltà. I due truffatori si offrivano di risistemare i conti, ma in realtà facevano comprare la merce da aziende fantasma che poi non pagavano. Così prosciugavano i conti delle società costringendole a chiudere.

Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni