venerdì 24 febbraio | 13:53
pubblicato il 08/nov/2013 12:00

Campania, falsi incidenti per truffa assicurazioni: 400 indagati

Sequestrati beni per oltre 4 milioni a medici e avvocati

Campania, falsi incidenti per truffa assicurazioni: 400 indagati

Napoli, 8 nov. (askanews) - Nel Napoletano falsi incidenti stradali per truffare le assicurazioni: 400 indagati e sequestrati beni per oltre 4 milioni di euro. E' il bilancio di un'operazione congiunta di carabinieri e Guardia di finanza che hanno eseguito diverse misure cautelari nei confronti dei componenti di un gruppo criminale dedito alle truffe. Centinaia i falsi sinistri stradali accertati e oltre un milione e mezzo di euro l'ammontare dei rimborsi illeciti. Tra i destinatari dei provvedimenti cautelari numerosi medici e avvocati nei confronti dei quali l'autorità giudiziaria ha disposto l'interdizione dall'esercizio della professione oltre al sequestro dei beni. Sigilli a ville, studi medici, auto di lusso e conti correnti utilizzati per gestire le attività illecite.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Berlusconi
Berlusconi a pm: minacce da olgettina, voleva 1 mln per tacere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech